I Magredi

Vivaro, situato nella pedemontana pordenonese, è conosciuto anche come comune nei "Magredi".
Il magredo è un terreno permeabilissimo, povero di terra che non trattiene l'acqua piovana e questo rende il territorio aspro o dolcissimo a seconda del mutare del cielo.
Il suo un microclima particolare ha consentito l'instaurarsi di esemplari floristici tipici della Pannonia.
Pare che i cavalli degli Ungari abbiano portato nei loro zoccoli i semi della Crambe tataria e di altre piante tipiche della steppa.
La pianura magredile con direttiva Europea n. 92/43 è stata proposta come Sito di Interesse Comunitario, denominato "Magredi del Cellina".
Una più vasta zona è stata delimitata come Area di Rilevante Interesse Ambientale (ARIA n. 7) "Fiume Meduna e torrente Cellina" dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.)
Parte di questo terreno è stato a fatica guadagnato all'agricoltura grazie ai moderni impianti irrigui installati dal Consorzio di Bonifica Cellina Meduna; consorzio che proprio a Vivaro di fronte alla chiesetta di S. Francesco, di sua proprietà, (via del Pozzo) sta realizzando un centro operativo per la gestione degli impianti.
Il collegamento viario con Vivaro è sempre stato insidioso per i guadi sui torrenti Cellina e Meduna.
Ora invece il ponte, costruito nel 2001, sul torrente Cellina consente una viabilità sicura verso Pordenone.
A breve quando avverrà il collegamento di questo ponte con quello in costruzione sul Meduna, guado di Basaldella-Tauriano, Vivaro non solo sarà tolto dall'isolamento, ma verrà inserito in un importante asse viario “Pontebbana bis”.
Accanto all'agricoltura nell'ultimo decennio a nord del capoluogo, tra la Vivarina e via S. Marco si è sviluppata una importante zona artigianale con una superficie di 26,94 ha e 15 insediamenti produttivi che al 31/12 2005 occupavano 300 unità lavorative inserite nelle seguenti attività: sabbiature per strutture in metallo, manifatture, mosaici, chimica farmaceutica, manutenzione di impianti industriali, attrezzature per impianti elettrici e per la montagna oltre alla lavorazione del legno.

Per consultare le varie attività didattiche sui Magredi della Scuola Primaria "D.Savio" di Vivaro collegarsi ai seguenti siti :

http://didatticasituata.jimdo.com/ (sito gestito a cura della Scuola Primaria "D.Savio" di Vivaro)

http://www.keytonature.eu/wiki/Perditi_in_un_bicchier_d’acqua:_alla_scoperta_dei_magredi#I_magredi

(sito curato dall’Università agli studi di Trieste)

http://dbiodbs.units.it/carso/chiavi_pub21?sc=338

(Guida  alla flora dei Magredi di Vivaro (Pn) : le piante del nostro prato stabile ) 

 http://gold.indire.it/nuovo/gen/show.php?ObjectID=BDP-GOLD000000000024547D (Ministero della Pubblica Istruzione  - Esperienza premiata Pierditi intun got di aga/ator dal pradassut: meraviglie a portata di 'sensi' della Scuola Primaria "D.Savio" di Vivaro )