Ufficio Segreteria - Protocollo

Responsabile dell'Area Affari Generali: Poropat Avv. Sara

Istruttore amministrativo: Bigatton Barbara

Luogo: Piazza Umberto I°, 4 - 33099 Vivaro (PN)
Telefono: 0427 97015 Interno 1 Centralino-Ufficio Protocollo e Segreteria
Fax: 0427 97510

Email ufficio protocollo: protocollo@comune.vivaro.pn.it
PEC: comune.vivaro@certgov.fvg.it

Orari al pubblico:

Lunedì | 10.00 - 12.00   | POMERIGGIO CHIUSO (solo previo appuntamento telefonico)
Martedì |10.00 - 12.00   |
Mercoledì | CHIUSO   |
Giovedì |10.00 - 12.00   | POMERIGGIO CHIUSO (solo previo appuntamento telefonico)
Venerdì |10.00 - 12.00   |
Sabato | --|

Albo Comunale delle Associazioni e Contributi alle Associazioni

1) Albo Comunale delle Associazioni

Il Comune di Vivaro riconosce e promuove il pluralismo associativo per la tutela dei cittadini e per il perseguimento nell’interesse generale della comunità locale dei fini sociali, civili, culturali, scientifici, educativi, sportivi, turistici, del tempo libero, di protezione e salvaguardia del patrimonio storico, culturale, artistico ed ambientale.

A questo riguardo, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 12/12/2013 è stato istituito l’Albo comunale delle Associazioni.

È richiesta l’iscrizione nell’Albo delle Associazioni per poter accedere ai contributi ordinari e straordinari previsti dal Regolamento comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 12/12/2013.

A) Chi può richiedere l’iscrizione nell’Albo comunale delle Associazioni

Possono richiedere l’iscrizione nell’Albo comunale le associazioni senza fini di lucro, regolarmente costituite e registrate e operanti nell’ambito territoriale del Comune, che perseguono le proprie finalità nei seguenti settori:

  • Civile: impegno civile, tutela e promozione dei diritti umani;
  • Sociale: assistenza sociale, sanità;
  • Culturale: educazione permanente, valorizzazione della cultura, del patrimonio storico ed artistico;
  • Ricreativo: animazione ricreativa, promozione turistica;
  • Sportivo: attività, promozione ed animazione sportiva;
  • Tutela ambientale: valorizzazione del patrimonio naturalistico.

Inoltre, nell’atto costitutivo o nello statuto devono essere espressamente previsti:

  • L’assenza di scopi di lucro;
  • L’elettività e la gratuità delle cariche associative;
  • La non appartenenza all’articolazione politico-amministrativa di nessun partito;
  • I criteri di ammissione e di esclusione degli associati e i loro diritti e obblighi.

B) Come e quando richiedere l’iscrizione nell’Albo comunale delle Associazioni

La domanda di iscrizione all’Albo comunale delle Associazioni è presentata al Sindaco, su carta semplice e utilizzando l’apposito modulo, a firma del legale rappresentante dell’associazione, contenente le seguenti indicazioni:

  • costituzione della associazione da almeno 12 mesi;
  • attività svolta nell’ambito del territorio comunale da almeno 12 mesi;
  • la denominazione ovvero la ragione sociale;
  • la sede legale;
  • il nominativo del rappresentante legale o referente, codice fiscale e fotocopia della carta di identità, in corso di validità;
  • elenco delle cariche sociali e relativi nominativi;
  • l’oggetto e la finalità dell’Associazione;
  • la data di costituzione;
  • l’attività prevalente per la quale l’associazione richiede l’iscrizione all’Albo Comunale;
  • numero di soggetti coinvolti nelle attività/manifestazioni organizzate.

Alla domanda devono essere allegati in carta semplice:

  • copia dell’atto costitutivo e dello statuto regolarmente registrato;
  • relazione dell’attività svolta e rendiconto finanziario relativo all’anno precedente la presentazione della domanda di iscrizione nell’Albo comunale, approvato dall’organo competente (assemblea dei soci o altro organo);
  • breve relazione storiografica della associazione, dall’atto della costituzione alla presentazione della domanda nell’Albo comunale.

L'Avviso pubblico per l'iscrizione nell'Albo Comunale delle Associazioni è permanente. Le domande di iscrizione devono pervenire entro il 31 marzo di ogni anno. La revisione dell'Albo, con l'eventuale perfezionamento di nuove iscrizioni, viene effettuata una volta all'anno.

C) Revisione periodica dell’Albo comunale delle Associazioni

Al fine di verificare il permanere dei requisiti in base ai quali è stata disposta l’iscrizione, è stabilita una revisione annuale dell’Albo comunale, ai fini della quale le Associazioni devono:

  • entro il 31 marzo di ogni anno, autocertificare la riconferma dei dati dichiarati in sede di iscrizione;
  • entro 30 giorni dalla eventuale variazione, comunicare la modifica dei dati dichiarati in sede di iscrizione.

2) Contributi alle Associazioni

Il Regolamento comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 12/12/2013 prevede che alle Associazioni possono essere concessi, in particolare, contributi ordinari e straordinari, limitatamente alle disponibilità di bilancio dell’Ente.

A) Contributi ordinari

I contributi ordinari vengono assegnati con cadenza annuale, compatibilmente alle disponibilità di bilancio dell’Ente, e sono connessi alle normali attività svolte dai richiedenti.

L’art. 10 del “Regolamento per l’istituzione e la tenuta dell’Albo comunale delle Associazioni” prevede che le richieste di contributi ordinari assegnati con cadenza annuale, firmate dal legale rappresentante, debbano pervenire all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro il 31 gennaio di ogni anno. Per il solo anno 2021 il termine per le richieste di contributi ordinari assegnati con cadenza annuale viene eccezionalmente differito al 30 aprile 2021, al fine di consentire alle associazioni di perfezionare l’iscrizione nell’Albo comunale delle Associazioni. A partire dall’anno 2022 dovrà nuovamente essere osservato il termine del 31 gennaio per la presentazione delle domande di contributi ordinari annuali.

La rendicontazione relativa all’eventuale contributo concesso deve essere presentata entro il 31 marzo dell’anno successivo.

Le domande di contributo ordinario devono riportare il codice fiscale e/o la partita IVA del richiedente, le modalità di pagamento (numero di conto corrente bancario o postale del beneficiario che non sia una persona fisica) e devono essere corredate dai seguenti documenti:

  • La descrizione delle attività annuali programmate e la specificazione del carattere internazionale, nazionale o locale delle stesse;
  • Il bilancio di previsione o, in subordine, il prospetto analitico delle entrate e delle uscite previste per l’anno in corso;
  • L’indicazione degli eventuali contributi chiesti e/o ottenuti da altri enti o istituzioni allo stesso titolo;
  • L’impegno ad utilizzare il contributo eventualmente concesso per le finalità dichiarate nella domanda.

B) Contributi straordinari

I contributi straordinari vengono assegnati a fronte di eventi/iniziative di particolare rilievo, oppure per l’acquisto di attrezzature inerenti all’attività oppure per lavori di manutenzione degli impianti.

Le richieste di contributo straordinario, firmate dal legale rappresentante, devono essere presentate all’Ufficio Protocollo.

In caso di contributi richiesti per la promozione di eventi/iniziative, la presentazione della richiesta deve avvenire almeno 30 giorni prima dell’evento per il quale viene richiesto il contributo.

Non sono previsti termini per la richiesta di contributo straordinario per l’acquisto di attrezzature o per lavori di manutenzione degli impianti.

Le domande devono riportare il codice fiscale e/o la partita IVA del richiedente, le modalità di pagamento (numero di conto corrente bancario o postale del beneficiario che non sia una persona fisica) e devono essere corredate dai seguenti documenti:

  • La descrizione delle attrezzature o dei lavori di manutenzione per cui è richiesto il contributo e il loro legame con l’attività del richiedente oppure la descrizione degli eventi/iniziative programmati e la specificazione del carattere internazionale, nazionale o locale delle stesse;
  • Il preventivo delle spese da sostenere e delle corrispondenti entrate in relazione alle singole attrezzatture/iniziative per le quali viene chiesto il contributo del Comune;
  • L’indicazione degli eventuali contributi chiesti e/o ottenuti da altri enti o istituzioni allo stesso titolo;
  • L’impegno ad utilizzare il contributo eventualmente concesso per le finalità dichiarate nella domanda.

C) Assegnazione dei contributi

La Giunta Comunale definisce con proprio atto deliberativo quali richieste di beneficio ammettere, indicando altresì i casi nei quali consente l’anticipazione del contributo ammesso fino al massimo del 50% del suo ammontare complessivo.

Nella valutazione delle domande pervenute la Giunta Comunale si attiene ai seguenti criteri:

  • Presumibile grado di beneficio/ricaduta per il territorio comunale;
  • Qualità del progetto presentato, competenza dell’ente promotore;
  • La collaborazione ed il coordinamento tra più associazioni, enti e comitati nella pianificazione e realizzazione di attività;
  • Carattere di continuità con esperienze precedenti o viceversa valore innovativo del progetto;
  • Attenzione all’universo giovanile;
  • Coinvolgimento dell’utenza scolastica;
  • Attenzione a fasce di popolazione più svantaggiate;
  • Economicità della gestione;
  • Rendicontazione dei contributi ottenuti;
  • Contributi concessi da altri soggetti pubblici o privati, comprese le sponsorizzazioni;
  • Se gli interventi rispondono ad un bisogno della collettività e se sono necessari o funzionali al raggiungimento dei fini statutari;
  • Se riguardano beni non soggetti a rapido deterioramento.

Per ulteriori informazioni si rinvia al Regolamento comunale approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 41 del 12/12/2013 e all’avviso pubblico del 04/02/2021 approvato con determinazione del Responsabile del Servizio AA.GG. n. 22 del 04/02/2021.

To top